Molto spesso le coppie di genitori in fase di separazione/ divorzio fanno molta fatica a trovare un accordo per come organizzare le vacanze estive dei figli minorenni.
I figli dall’inizio di giugno fino a settembre sono a casa da scuola mentre i genitori lavorano e hanno un piano ferie da presentare.
E’ sempre bene partire con anticipo nell’organizzazione del calendario e nella suddivisione dei giorni di competenza.

Affidamento Condiviso e Diritto di Visita

Se la coppia ha un affido condiviso dei figli ( regola preferibile, salvo eccezioni) Nel contesto delle vacanze estive si realizza in un diritto di visita e permanenza che deve essere equamente distribuito tra i genitori

Ruolo degli Avvocati

Gli avvocati svolgono un ruolo cruciale nell’assistere i genitori per preparare gli accordi relativi alle vacanze estive. Essi aiutano a:

  • Redigere accordi chiari e dettagliati
  • Mediare tra i genitori per trovare soluzioni che siano nel miglior interesse dei figli.
  • Assicurare che gli accordi rispettino la normativa vigente e i diritti di entrambe le parti.

Accordi Specifici per le Vacanze Estive

Gli accordi specifici per le vacanze estive dovrebbero includere:

  • Periodi di permanenza: Definire chiaramente i periodi di vacanza che i figli trascorreranno con ciascun genitore. Ad esempio, possono essere previste due settimane consecutive con un genitore e due settimane con l’altro, o altre soluzioni che rispettino le esigenze di tutti.

  • Viaggi all’estero: Stabilire le regole per i viaggi internazionali, come l’obbligo di informare l’altro genitore, ottenere il consenso scritto, e fornire dettagli sugli itinerari e sui contatti durante il viaggio.

Principi di Base da rispettare:

  1. Equità: Il tempo deve essere equamente diviso tra i due genitori.
  2. Continuità: Garantire periodi sufficientemente lunghi ( 2 settimane ciascuno consecutive) con ciascun genitore per permettere ai bambini di stabilirsi e godersi il tempo.
  3. Flessibilità: Prevedere possibilità di adattamento per esigenze lavorative o eventi imprevisti.

Qui un esempio pratico per i mesi di Vacanza: Luglio e Agosto

Prendendo come esempio una coppia di genitori: Mario  e Laura ( papà e mamma) che lavorano come dipendenti e che hanno due figli minori : Giulia (10 anni), Marco (8 anni)

Luglio

Le prime due settimane di luglio (1-14 Luglio): Giulia e Marco vanno via con la mamma, poi tornano a Milano

Agosto

1^ settimana di Agosto (1- 7 Agosto): Giulia e Marco stanno con il papà

Tornando a Milano e partono con la mamma per  1^ settimana (8-15 Agosto):Giulia e Marco stanno con la mamma

Le ultime settimana di agosto,  (16-31 Agosto): Giulia e Marco stanno con il papà

Dettagli di Trasferimento

  • Trasferimento Settimanale: Ogni domenica sera alle 18:00, i bambini vengono trasferiti dall’abitazione di un genitore all’abitazione dell’altro.
  • Punto di Incontro: Casa di Mario (prima settimana), casa di Laura (settimana successiva), alternando così ogni settimana.

Comunicazione

  • Telefonate: I bambini possono chiamare il genitore con cui non stanno trascorrendo la settimana ogni giorno alle 19:00.
  • Videochiamate: Previsto un appuntamento settimanale di videochiamata (sabato alle 18:00) per mantenere il contatto visivo.

Conclusione

Con un calendario ben strutturato e accordi chiari, è possibile gestire le vacanze estive in modo equilibrato e sereno.

 
 

♥ Se desideri ulteriori dettagli non esitate a contattarci, la prima consulenza è gratuita!