La domanda di separazione e/o divorzio deve essere presentata al Tribunale territorialmente competente.
Che cosa vuol dire Tribunale territorialmente competente ?
I coniugi che vogliono separarsi legalmente o, essendo già separati, vogliono ottenere il divorzio debbono rivolgersi al Tribunale competente per territorio, ossia quel Tribunale specifico che può decidere sulla richiesta di separazione e/o divorzio ed è individuato in base a delle regole previste dalla legge.
 
  • Da marzo del 2023 la disciplina in materia di diritto di famiglia ( riforma Cartabria) ha introdotto delle regole nuove che devono essere applicate da quando la legge è entrata in vigore.
 
1) L’art.473 bis 11 cc prevede espressamente che se ci sono dei figli minorenni il Tribunale territorialmente competente è quello della residenza abituale del minore.
Cosa vuole dire residenza abituale?
La giurisprudenza intende il luogo in cui il minore svolge effettivamente la sua vita e dove vi sono i suoi affetti, a prescindere dalla residenza anagrafica.
Se vi è stato trasferimento del minore non autorizzato e non è decorso un anno, è competente il tribunale del luogo dell’ultima residenza abituale del minore prima del trasferimento.
 
2) Se la coppia che si separa/divorzia non ha figli o sono maggiorenni, secondo l‘art 473 bis 47 cc,  il Tribunale competente è quello della residenza del convenuto, ossia la dell’altra persona chiamata in giudizio.
 
3) Se, però, l’altra parte è irreperibile o la sua residenza è sconosciuta o vive all’estero allora il Tribunale competente è quello dell’attore, ossia della parte che ha fatto la  domanda di separazione e/o divorzio
 
4) Se la coppia vuole proporre una domanda congiunta di separazione e divorzio con un unico ricorso, il Tribunale competente, ai sensi dell’art 473bis 51 cc, è quello del luogo di residenza o di domicilio dell’uno o dell’altro. L’ipotesi del ricorso congiunto è stata esaminata in questo articolo: https://separazionesemplice.com/divorzio-veloce-il-si-della-cassazione/